Le diverse tipologie di flair

26 maggio 2011

flairUna tecnica per le diverse occasioni.

Le caratteristiche principali di questa tecnica, ci permettono di individuare ben tre tipologie diverse di flair e precisamente:

techno flair o show flair

- working flair

- exibition flair.

La prima si basa su simulazioni di composizione di cocktail utilizzando lo shaker tipo Boston e bottiglie vuote. Essa viene realizzata in modo particolare per attirare l’attenzione della clientela al banco bar al fine di ordinare da bere. Viene effettuata con dimostrazioni di movimenti combinati.

Il working flair è finalizzato alla preparazione ed al servizio delle bevande. I movimenti sono realizzati con armonia tenendo presente i tempi di servizio in modo tale da non gravare sul regolare svolgimento del lavoro al banco bar. Viene praticato utilizzando bicchieri, shaker tipo boston e le bottiglie che man mano necessitano per la mescita dei diversi componenti del cocktail. Occasionalmente viene praticato utilizzando due bottiglie per volta, terminando la preparazione con la sistemazione dell’eventuale decorazione.

L’exibition flair viene finalizzata all’intrattenimento o praticata durante le competizioni. Può diventare un elemento distintivo del locale, un’attrazione durante una fiera, la scenografia per una campagna pubblicitaria o una presentazione di una nuova bevanda.

Ogni operatore durante l’exibition flair indossa una propria divisa spesso costituita da maglietta personalizzata e cappellino. Ad esso si richiede una grande preparazione tecnica che gli consente di realizzare il proprio lavoro senza il minimo errore. Durante l’esibizione il bartender raggruppa in sé le abilità del barman, del giocoliere e del clown (nel senso positivo del termine) in modo tale da accentuare l’effetto scenico del suo lavoro.

tecnica-flairQuando l’esibizione è accompagnata dalla preparazione di un drink è denominata extreme flair. Il nome deriva dall’applicazione delle tecniche spettacolari di per sé molto difficili al lavoro classico del barman.

Ma quali sono le differenze fondamentali tra il barman classico ed il flair bartender?

Il barman esegue movimenti normali, impiega molte tecniche di preparazione dei cocktail ed un vasto assortimento di bicchieri e realizza guarnizioni elaborate. Il suo abbigliamento è di tipo classico ed elegante.

Il flair bartender esegue movimenti suggestivi, adotta poche tecniche di preparazione dei cocktail ed un ristretto assortimento di bicchieri, usa guarnizioni standardizzate realizzate con frutta tagliata in semplici spicchi ed ha un abbigliamento comodo che gli consente la libertà dei movimenti.

 

Franco Tacconelli

www.cucinaconoi.it - Roma - C.F. 97553610581 - P.IVA 11328511008 - email info@cucinaconoi.it
Copyright © 2010 All Rights Reserved
This opera is licensed under a Creative Commons
Attribuzione Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Licenza Creative Commons