Sformatino di carote su salsa crema

5 maggio 2012
Dosi
4 px
Difficoltà
Media
Preparaz.
20'
Cottura
40'
KCal
Medie
Costo
Medio

sformatino-di-carote-ingrIngredienti

Per lo sformatino

250 g di carote glassate o bollite

250 g di salsa besciamella (40 g di burro, 40 g di farina, 200 ml di latte, sale, noce moscata)

2 uova e 1 tuorlo

30/40 g di parmigiano grattugiato

sale, pepe qb

Per la salsa alla panna

200 ml di crema di latte

1 cucchiaio di besciamella

sale e pepe bianco q.b.

Preparazione

sformatino-di-carote-proc-1

1. Preparare la salsa alla panna: in un cutter frullare un cucchiaio di besciamella  con la metà della panna. Condire con sale e pepe bianco e tenere in caldo.sformatino-di-carote-proc-2

2. Frullare nello stesso cutter la restante besciamella con la panna e l’uovo; unire le carote bollite o glassate e continuare a frullare.sformatino-di-carote-proc-3

3. versare il composto in una bastardella, aggiungere il parmigiano e aggiustare di sale e pepe.

4. Pennellare con burro fuso gli stampi in alluminio, versare il composto di carote e cuocere a bagnomaria in forno a 160°C per circa 40′

5. Lasciare riposare qualche minuto (6-7′), sformare e servire accompagnando il piatto con la salsa crema e una brunoise di carote bollita.

sformatino di carote

Consigli e curiosità

a) Per velocizzare la preparazione è possibile mettere tutti gli ingredienti dello sformatino in una bastardella e frullarli con un mixer ad immersione

b) Nelle diete macrobiotiche e vegetariana, gli sformati possono essere realizzati con una besciamella preparata con farina, olio al posto del burro e acqua al posto del latte.

c) Piatto ipocalorico, può essere servito come secondo e, in piccole dosi, come contorno.

d) La guarnizione come pure la salsa di accompagnamento varia a secondo dell’ingrediente di base utilizzato nello sformatino (es. lo sformatino di tarassaco potrebbe essere accompagnato con fonduta valdostana e guarnito con pomodorini tagliati a spicchi e ciuffetti di aneto; lo sformatino di broccoli potrebbe essere accompagnato con una salsa all’acciuga e guarnito con ciuffetti di prezzemolo;  lo sformatino di zucchine potrebbe essere accompagnato con una vellutata di pomodoro e guarnito con foglie di basilico o più semplicemente con parmigiano grattugiato spolverato sul piatto e qualche goccia di pesto al basilico; lo sformatino di patate o di verdure a foglie potrebbe essere accompagnato con una salsa al pecorino e una brunoise di verdure.

e) Lo sformatino può essere cotto a secco, ma la cottura a bagnomaria evita la formazione della crosta intorno.

f) Seguendo lo stesso procedimento è possibile preparare altri tipi di sformato (spinaci, zucchine, carciofi, tarassaco, ecc).

Una variante di  facile realizzazione è la seguente:

Ingredienti

250 g di ortaggi lessati e strizzati (es. spinaci, tarassaco) o saltati in padella (es. zucchine, carciofi); glassati (es carote)

250 g di panna fresca

2 uova

1 tuorlo

40 g di parmigiano grattugiato

sale e pepe q.b.

burro fuso per gli stampi

Procedimento

  1. Versare tutti gli ingredienti in una bastardella e frullarli con un mixer ad immersione.
  2. Riempire gli stampi imburrati e cuocere in forno a bagnomaria a 150-160°C per circa 40′.
  3. Lasciare riposare circa 5′ prima di sformare e servire.

 

Ricetta preparata e fotografata da Sonia Palermo e Angelo Solillo

www.cucinaconoi.it - Roma - C.F. 97553610581 - P.IVA 11328511008 - email info@cucinaconoi.it
Copyright © 2010 All Rights Reserved
This opera is licensed under a Creative Commons
Attribuzione Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Licenza Creative Commons